PanBrioche al Latte

Da anni cerco la ricetta perfetta dei croissant ma assolutamente senza successo (non disperate, se la trovo sarete i primi a trovare sul sito la ricetta). Ho deciso allora di lanciarmi sull’impasto della brioche. Soffice e fluffosa, un impasto al latte delicato e leggermente zuccherato, senza uova nè burro, ottima per colazione e brunch in compagnia. Un successo! Appuntatevela sul quaderno delle ricette must per quando avete voglia di impastare, un vero antistress per un pomeriggio produttivo (e la colazione del giorno dopo è assicurata).  Forza che il giovedì è il giorno perfetto per pianificare un brunch nel weekend! 

Ingredienti:

  • 150g di farina tipo 0 o 1
  • 150g di farina tipo 00
  • 5g di lievito fresco di birra (o 3,5 di lievito secco)
  • 250ml di latte tiepido + 1 cucchiaio di latte per spennellare la superficie del pane
  • 40g di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio di semi
  • 1 cucchiaio di essenza di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

Sciogliete il lievito nel latte, quindi infilate tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolate con un cucchiaio finché non otterrete una palla. A questo punto trasferitela su una spianatoia infarinata e lavorate una decina di minuti, in modo da lisciare l’impasto. Copritelo con un canovaccio umido e lasciatelo riposare 30 minuti. Dividetelo in 3 parti uguali e create dei salsicciotti, che intreccerete poi stretti stretti (ma non preoccupatevi, se non siete esperti potete anche porzionarlo in 2 ed intrecciarli semplicemente twistandoli fra di loro). Foderate una teglia da plum cake con carta forno ed adagiate la treccia. Coprite nuovamente con il canovaccio e lasciate lievitare in un luogo tiepido finché il panbrioche non è almeno triplicato (un paio di ore circa, in questa stagione fredda anche un pochino di più). Preriscaldate il forno statico a 180°C, spennellate la superficie della brioche con latte ed infornate per 20 minuti nella parte bassa del forno. Controllate la cottura con uno stuzzicadenti (infilato al centro del pane dolce dovrà uscirne pulito e senza residui di pasta). Se ha bisogno di ulteriore cottura proseguite per altri 5 minuti, se vedete che la superficie rischia di diventare troppo scura coprite con un foglio di alluminio.

Qualche consiglio in più:

  • Per conservare l’incredibile morbidezza conservate al riparo dall’umidità, possibilmente in uno di quei sacchetti in cotone della nonna (adorabili e fanno tanto “colazione in campagna”).
  • Potete aggiungere all’impasto frutta secca o gocce di cioccolato per rendere il tutto ancora più goloso.
  • Per una versione vegan vi basterà sostituire il latte con l’acqua.
  • Per un tocco in più aggiungete granella di zucchero o lamelle di mandorle in superficie dopo aver spennellato il latte (che fungerà da collante).
  • Ottima idea regalo da portare se invitati a un brunch, soprattutto se accompagnata da un vasetto maxi di marmellata o confettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *