Patate Hasselback

Mai come in cucina spesso vale il “less is more”. La conferma è in questa patate, condite con ingredienti semplici e cotte al forno, perfette come contorno oppure buonissime anche da sole. Di origine svedese, ovviamente la morte loro è con le polpette autoctone. Grazie al taglio a lamelle, restano morbidissime all’interno e croccanti in superficie.

Nella versione invernale vi consiglio di aggiungere le spezie (rosmarino, timo e origano) prima della cottura in forno. Se le preparate in estate, invece, potete cuocerle al cartoccio sul barbecue ed aggiungere erba cipollina fresca tagliata a rondelle solamente a fine cottura.

Ingredienti:

  • 4 patate medie (meglio se di dimensioni simili per avere una cottura uniforme)
  • 50g di burro (o margarina per la versione vegan)
  • Rosmarino, timo e origano tritati (circa 2 cucchiai di spezie in totale, a seconda dei vostri gusti)
  • 1 spicchio di aglio schiacciato o grattugiato
  • Sale e pepe
  • Un pizzico di pangrattato e formaggio grattugiato per la gratinatura (opzionali)

Preparazione:

Dal momento che in questa ricetta le patate vanno utilizzate con la buccia lavatele con cura, sfregando bene anche con un vecchio spazzolino per rimuovere tutte le eventuali tracce di terra. Asciugatele e preparatevi al taglio: le patate vengono tagliate a lamelle in superficie, senza raggiungere il fondo. Per essere sicuri di non scendere troppo con il coltello e rischiare di rovinarle, potete utilizzare 2 cucchiai in legno per farvi da fermo alla lama (come da immagine qui sotto) oppure infilzare uno spiedino a 1cm dal fondo per tutta la lunghezza.

Praticate una serie di tagli a una distanza di un paio di millimetri uno dall’altro.

Adagiate le patate in una teglia e spennellatele con il burro fuso (anche e soprattutto fra i tagli), le spezie, salate e pepate poi spolverizzate con pangrattato e parmigiano. Cuocete in forno caldo, a 200°C per 30 minuti con forno statico, poi altri 20 minuti alla stessa temperatura ma con modalità ventilato.


E se il “less is more” non fa per voi gustatele con striscioline di pancetta affumicata, panna acida, cipolla fritta o un topping di formaggio filante.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *