What’s in my bag

A grandissima richiesta, mi cimento anche io in questa amenità, approfittando per fare un po’ di pulizia e decluttering nella mia borsa con il cambio stagione. Per dovere di cronaca dovete sapere che io la cambio raramente e che le mie borse sono sempre tendenzialmente unisex e da battaglia, con una preferenza spiccata per le tracolle “4 stagioni”, più capienti sono meglio è. Quindi, non aspettatevi chissà quali trucchi e rossetti, ma solo il necessario in caso di un eventuale attacco zombie. Approfittando dell’international coffee day – che cade proprio oggi – riempitevi una tazza e facciamoci una chiacchierata fra amici.

Cominciamo dall’alto…

  • Borsa della spesa – Immancabile: ne tengo sempre una a manici lunghi (quelle del Tiger sono comodissime, costano poco e cambiano stampe in base alla stagione – inutile dirvi che aspetto con ansia quelle di halloween).
  • Snack – Ogni tanto preparo un mix di frutta secca, ogni tanto mi porto qualcosa di confezionato ma ho sempre qualcosa in caso di pressione bassa (questi sono i piselli al wasabi del Tiger – grazie Emma per la dritta).
  • Chiavi (di casa, lavoro e macchina, complete di mini chiavetta usb per le emergenze)
  • Mollettone per capelli di riserva, che aggancio sempre sulla tracolla o in una tasca laterale.
  • Fazzoletti aka “la carta igienica di emergenza” – MAI senza.
  • Chewing gum – ovvio.
  • Bustina (*)
  • Macchina fotografica con custodia – Una fissa da anni ormai…
  • Nijino – Ogni volta che faccio il cambio borsa lui si sposta da solo e me lo trovo dentro, occupando spesso la tasca interna riservata al cellulare. Non me la sento mai di sfrattarlo.
  • Kindle (con custodia di un certo livello) – Una scoperta recente: non essendo troppo amante di cellulare e social, quando ho qualche minuto libero e non sono al pc, preferisco leggermi un libro piuttosto che prendere in mano il telefono.
  • Agenda + penna – Il regno di Fun&Food… se qualcuno entrasse in possesso di questa preziosa mini agenda potrebbe accedere in anteprima agli articoli programmati per i prossimi mesi, shhhhh non ditelo a nessuno!! Ovviamente poi qui tengo numeri utili, bozze di ricette e appunti di ispirazione estemporanei, biglietti da visita del lavoro (ma presto potrebbero comparire anche quelli del blog). Inutile dirvi che la tasca in fondo è piena zeppa di adesivi kawaii per personalizzarla, di mini post it e clip varie (che dite, merita un articolo a parte???).
  • Portafogli – Recentemente sono passata a uno veramente minimal, continuate a leggere per scoprire il perché.
  • Portamonete e chincaglieria varia.
  • Borraccia termica con acqua o tè – Sono abituata a bere tanto, soprattutto in ufficio: in estate perché nonostante il tentativo di climatizzazione non riusciamo a scendere sotto i 32°C, in inverno perché il sistema di riscaldamento spara aria calda ma secca che potrebbe trasformare un pesce in uno stoccafisso in meno di mezz’ora. Anche quando andavo in università e passavo quasi metà della giornata sui mezzi, una bottiglietta era d’obbligo. Ecco allora che è necessario portarsi sempre dietro acqua o qualcosa di caldo, in una borraccia termica, magari in alluminio così è più leggera. Ps. una delle cose che mi è rimasta più impressa a New York è proprio il fatto che tutti girassero sempre con in mano cellulare + borraccia o in alternativa tazza da passeggio con bevanda ghiacciata. Di certo avrà contribuito anche la stagione (era giugno e faceva già caldissimo, non oso pensare come se la passano in quei posti ad agosto), ma mi è davvero sembrata una buona abitudine da copiare (non vi sentite già più cosmopoliti??).

Manca il cellulare, perché normalmente lo tengo in tasca nella giacca, in modo da avere sempre in mano qualcosa in caso di emergenza.


(*) Nella bustina tengo le cose che andrebbero perse in fondo alla borsa, in particolare:

  • Assorbenti + salviettine – Inutile mentire e scrivere un articolo incompleto, io non esco di casa mai senza. Sarà un retaggio di quando ero all’università ed essendo l’unica donna del corso non avevo la possibilità di chiedere un assorbente in prestito, ma se nel tuo “what’s in my bag” non li hai contemplati e sei una donna, stai barando (anche se usi la mooncup). Se dovete sceglierne solo un tipo da portarvi dietro, le salviettine intime sono le migliori, perché potete usarle per tutto (non è che se le usate per disinfettarvi le mani morite) e in più solitamente sono anche gettabili nel wc (le mie preferite sono sempre le Chili Gel verdi – sarà il profumo al mentolo a cui non so resistere).
  • Elastico per capelli – Da quando la mia amica Corinne mi ha fatto scoprire questi elastici a spirale non posso più farne a meno. Non strappano i capelli (giuro) e se li togliete e li mettete al polso non rischiate vi blocchino la circolazione alla mano.
  • Correttore con specchietto – Questo della Kiko è in assoluto il mio preferito, che compro e ricompro da anni: ha già uno specchietto all’interno ed è compattissimo.
  • Crema mani – Questa ha un profumo delizioso (menta e ninfea), è leggera e si assorbe subito, la trovate da Lidl e costa pochissimo.
  • Stick nasale Vick’s – Per placare raffreddori, allergia e anche mal d’auto, un rimedio velocissimo ed immancabile, al mentolo – ovviamente.
  • Collirio – Indispensabile perché ho gli occhietti delicati, in caso di allergia, sole o aria condizionata.
  • Burro cacao – Il mio preferito resta da sempre il vintagissimo PL3. Cerosissimo e profumato, ne ho provati veramente un sacco ma nessuno lo batte.
  • Cuffie e cavetto ricarica – Li tengo in questi contenitori che adoro in modo non si ingarbuglino. Potete trovarli in ferramenta, di solito servono a contenere le punte del trapano o minuteria varia (deformazione professionale).

E, conservate in una scatoletta di latta, le cose che potrebbero sgualcirsi:

  • Bustine di camomilla solubile e tisane
  • Cerotti
  • Salviettine per le mani del Colonnello
  • Fiammiferi
  • Pastiglie di emergenza (di solito di ibuprofene)

Varie & stagionali

  • Il PC – Fino a poco tempo fa me lo portavo sempre dietro anche se poi riflettendo avevo poche occasioni di sfruttarlo a dovere. Continuo a infilarlo in borsa per gite di qualche giorno o all’occorrenza (e scelgo sempre le dimensioni delle mie borse in modo ci stia).
  • Occhiali da sole –  Just in case.
  • Multivitaminico o integratore – Non so voi, ma io questa estate ho particolarmente sofferto il caldo e ci sono stati dei giorni in cui sentivo di aver bisogno di una marcia in più. Per questo ho portato sempre con me il tubetto di multivitaminico effervescente (io lo prendo sempre al Lidl perché il costo è irrisorio e, se andate a vedere la tabella dei contenuti di vitamine, le dosi sono le stesse di quelli di marca che pagate fino a 10 volte tanto). Col cambio di stagione, invece, di solito in autunno e primavera, faccio una cura di 1 o 2 mesi a base di pappa reale.
  • Ombrellino – Quando studiavo a Milano da pendolare era immancabile, mentre ora con il lavoro in ufficio è difficile me lo porti dietro tranne in caso di gita.
  • Sciarpa o Pashmina – Il colpo di freddo è sempre dietro l’angolo, specie in autunno e primavera…
  • Occhiali da vista – Quando vado al lavoro non mancano mai, anche se spesso li lascio direttamente sulla scrivania, pronti per il prossimo schema elettrico.
  • In viaggio – Quando sono in giro, di solito, la mia borsa resta la stessa (aggiungo solo una copia di Settimana Sudoku e una matita con gomma), anche perché è già adeguatamente rifornita, ma se vi interessa posso preparare un nuovo articolo sul mio beauty e come organizzo la valigia (questo genere di articoli mi intrippa sempre un sacco).

Suggerimenti
Altra cosa, negli anni ho snellito sempre più la mia borsa, ecco un consiglio per aiutarvi a fare lo stesso.

  • Le carte vantaggi – Le ho trasferite tutte su cellulare, e precisamente sull’app Stocard (ma ne trovate altre altrettanto valide e sempre gratuite). In questo modo ho ridotto al minimo il mio portafogli (ora fra le carte ho solo la tessera punti del kebab, patente, tessera sanitaria e carta di credito/bancomat dopo averne eliminate 27 dei vari negozi e supermercati – sì, avete capito bene, 27!!!).

Spunti creativi
Qualche chicca spulciata qua e là se avete ancora spazio e volete essere certe di sopravvivere in qualsiasi occasione…

  • Sapone in fogli – La mia cognata Emma insegna che possono sempre servire (non si sa mai cosa si trova in un bagno pubblico)… le trovate da Tiger, costano una stupidata e occupano pochissimo spazio.
  • Organizzatori per borsa – Cambiate spesso la borsa ma la cosa vi porta via molto tempo? Valutate l’acquisto di uno di questi organizer, vi basterà spostarli ed avrete tutto ordinato e a portata di mano.
  • Dentifricio in compresse – Se siete fuori tutti il giorno potrebbero rivelarsi utili, ne trovate in tantissimi gusti e varietà da Lush. Amiche nel campo dentistico, fatemi sapere nei commenti se avete soluzioni più pratiche!
  • Se viaggio in aereo (soprattutto se ho il bagaglio imbarcato) preparo sempre se un mini kit con un cambio per le emergenze.

Ora che ci penso ho ancora posto e potrei implementare la dotazione con una limetta di cartone (che non si sa mai). Fatemi sapere nei commenti se avete qualche altro consiglio per me o se volete raccontarmi cosa c’è nella vostra borsa.

3 commenti

  1. no ma è impossibile farci stare tutto!!!
    Ma soprattutto:
    – le compresse dentifricio senza spazzolino? Ci sono le trousse minispazz e minidentofricio pratichissime te le consiglio
    – occhio al vick’s da dipendenza ed è classificato come dopante
    – why fiammiferi e bustine di camomilla? E l’acqua calda dove la trovi? Accanto alla pompa di benzina?
    – smentisco sul pc: non ci esci senza neanche il sabato sera quasi
    Superborsa MaryPoppFun&Food

    1. Author

      È vero… il Vick’s crea dipendenza! Sarei curiosa di vedere cosa ha Marchino nella sua di borsa, che dici? Lo tagghiamo in un “what’s in my bag”??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *