Bustine di Tè Homemade

bustinetehomemadeQualche giorno fa ho trovato al Carrefour un tè verde davvero particolare (vi lascio la foto nel caso qualcuno lo volesse provare, l’ho visto anche in una macelleria islamica) e l’ho mixato con delle foglie essiccate di menta piperita che avevo preso quest’estate in un giardino delle erbe in Trentino. Il blend che è saltato fuori mi piace davvero un sacco ed ho pensato che sarebbe stato carino anche farlo provare agli amici in maniera pratica con delle bustine homemade decisamente semplici e graziose da realizzare. Vi spiego come prepararle.

Necessario:
Garza sterile (ma non medicata) oppure filtri per caffè all’americana oppure cotone leggero e traforato (in america lo chiamano cheesecloth perché è il cotone con cui viene filtrato il caglio per preparare il formaggio) – nel caso usiate cotone di recupero fate attenzione che non abbia alcun gusto/odore altrimenti il vostro tè rischierà di sapere di ammorbidente!!!
Filo di cotone
Blend prescelto

Opzionali:
Spillatrice
Cartoncino o etichetta del vostro blend -> potete scaricare il template di Fun&Food in pdf cliccando -> qui

Realizzazione:
2 modalità di creazione delle bustine.
Variante “a palloncino” (che è anche la mia preferita): ritagliate nella garza un disco di diametro circa 10cm, posizionate il tè al centro (1 o 2 cucchiaini dipende da quanto lo volete carico) e chiudete a mo’ di sacchettino. Usate il filo di cotone per chiudere con un nodo.
Variante classica: ricavate dalla garza un rettangolo 10x15cm, posizionate il tè al centro. Piegate in 3 sul lato lungo quindi in 2 sul lato corto. Qui trovate un bellissimo video.

etichettebustinete

teverdemarocchinoPer il mio blend (viene un tè verde alla menta molto simile al tè marocchino che, come da loro tradizione, va servito bollente e con abbondante zucchero):
3 parti di tè verde
1 parte di menta piperita
Mescolate bene in modo la menta si distribuisca uniformemente ed il gioco è fatto!

Su Fun&Food trovate anche la ricetta di una tisana preparata in casa con ingredienti di recupero, la trovate qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *