Torta con i Buchi (di marmellata)

Un restyle di una ricetta sul blog ormai da anni, che è un peccato vada dimenticata e perciò ho deciso di rispolverare e restaurare. Visto che lo scorso weekend mi sono accorta che in dispensa avevamo 2 barattoli di Marmellata di Natale (un mix di arancia, frutti rossa e cannella) residuo di cesti dell’anno scorso, mi sono decisa a “farla fuori” prima che ne arrivino per caso delle altre anche quest’anno. Ecco allora questa torta senza lievito, che si conserva morbida per un sacco di giorni, con delle colate di marmellata nell’impasto che le conferiscono un fantastico effetto rustico. Se volete darle un tocco ancora più stagionale potete aggiungere una grattugiata di scorza di arancia o di clementina nell’impasto. Ora mi bullo un po’ della mia nuova foto con piattino figherrimo (nuovo acquisto low cost appositamente per il blog insieme ad altri spaiati) e vi lascio agli ingredienti…

Ingredienti:
120g di burro
120g di zucchero1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
2 uova
120 g di farina
Marmellata quanto basta

Preparazione:
Montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, più lo montate più la vostra torta cuocerà in cottura, vi consiglio di usare le fruste del mixer e di avere pazienza per almeno 4 o 5 minuti. Salate, aggiungete la vanillina e le uova intere, montando nuovamente a lungo (altri 5 minuti, vedrete che la pazienza verrà ripagata in sofficità). Infine aggiungete la farina un impasto gonfio e leggero. Trasferite in una teglia rivestita di carta forno (o, in alternativa, imburrata e infarinata), livellate la superficie con il dorso di un cucchiaio e… adesso arriva il bello: lasciate cadere delle cucchiaiate di marmellata su tutta la superficie della torta, distribuendole uniformemente, saranno loro che creeranno i buchi durante la cottura e verranno fagocitate dall’impasto rimanendo all’interno ben nascoste. Cuocete in forno statico a 180° per 25-30 minuti, potete controllare la cottura con la prova dello stecchino ma anche verificando che la marmellata sia andata a fondo e la superficie si sia ben dorata. Lasciate raffreddare e spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

  • Un consiglio: per questa torta, anche se l’impasto non è tantissimo, vi conviene utilizzare uno stampo piuttosto largo, in modo ci sia più spazio per distribuire la marmellata, senza che pregiudichi la stabilità delle fette!!!
  • Potete utilizzare questa base anche come una semplice torta paradiso, farcendola con crema al latte (e con questa crema atterrete una copia spudorata della Kinder Paradiso) o crema pasticciera… provate le varianti e fatemi sapere come vengono!

Dicevo nel 2012 in merito a questa torta:

Una torta che è di una semplicità e di una morbidità sorprendenti… è il ripiego ideale quando si hanno pochi minuti per preparare un dolce morbido e in casa è terminato il lievito… ok, lo so che non capita spesso, ma che succede se è domenica, fuori piove e il supermercato più vicino è a 20 km e, secondo la statistica mondiale del “QuandoPioveVannoTuttiNeiSupermercati/Ipermercati” probabilmente sarà strapieno e dovrete litigare per il parcheggio? Beh, ecco una buona notizia per voi: potete restare in pigiama e provare questa ricetta. La dedico anche a tutti quelli che mi chiedono una ricetta super basic per una torta di compleanno che piaccia a tutti. Qui ci sono ingredienti semplici e marmellata, a prova di bambino!!!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *