Brandy Speziato di Natale

Primo giorno di calendario dell’avvento di Fun&Food. Lo so, lo so, vi sembra presto per iniziare a cucinare per i regali di Natale, e invece… Questo brandy speziato, perfetto per festeggiare il solstizio d’inverno, ha bisogno di circa 3 o 4 settimane fra infusione di aromi e riposo perciò, se volete regalarlo o averlo pronto da offrire ai vostri ospiti durante le festività, vi conviene portarvi avanti ed iniziare a prepararlo immediatamente.

Pochi ingredienti che vi faranno fare un figurone, un regalo homemade con veramente pochissima fatica alle spalle. Adoro!

Ingredienti:

  • 2 tazze di brandy
  • 3 stelle di anice stellato
  • 3 stecche di cannella da circa 7/8 cm l’una
  • 2 arance biologiche, lavate e tagliate a pezzettoni
  • 1 cucchiaino di pepe nero in grani
  • 3 o 4 bacche di ginepro
  • Opzionale: 1 bacca di vaniglia incisa per lungo

Preparazione:

Niente di più semplice. Infilate tutti gli ingredienti in un barattolo, che conserverete, chiuso ermeticamente e al riparo dalla luce, per 10/15 giorni. Ogni 2 o 3 giorni date una shakerata ed aprite il barattolo, in modo da essere sicuri che la frutta non fermenti facendo andare in pressione il barattolo. Trascorso il tempo di infusione filtrate il brandy, imbottigliatelo pronto per essere regalato (meglio in una bottiglia scura) e conservatelo, sempre al riparo dalla luce, per altri 10 giorni. Servite on the rocks e con qualche biscotto natalizio in accompagnamento.


ATTENZIONE: durante i periodi di riposo, la fermentazione della frutta potrebbe mandare in pressione il contenitore. Per evitarlo vi consiglio di mescolare ed aprire ogni 2/3 giorni il barattolo, avendo cura di riempirlo solo per i 2/3 della sua capienza, oppure di chiuderlo ma non ermeticamente (per esempio senza guarnizione o lasciandolo leggermente aperto).

2 commenti

  1. Felicissima di scoprire il tuo calendario dell’Avvento!
    Grazie per questa ricetta, non so se sarò in grado di farla (è semplice ma laboriosa allo stesso tempo) ma è una bellissima idea regalo.

    1. Author

      Grazie mille. È vero che porta via un po’ di tempo, ma forse è proprio quello che la rende speciale.
      Piccolo spoiler: torna a trovarci domani per una ricetta super semplice nella slow cooker!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *