Ho trovato, dopo un po’ di tentativi infruttuosi, la ricetta perfetta per la fondue che non straccia e sono felicissima di condividerla con voi in modo possiate sfruttarla per le varie feste a venire. [Ormai dovreste conoscere la mia passione di ricreare menù da baita di montagna in casa, soprattutto in questo periodo dell’anno].

Vi lascio le dosi per 2 persone come piatto unico, ovviamente se servite la fondue in accompagnamento ad altri piatti e siete in più persone regolate il tiro (il doppio delle dosi può andar bene per almeno 6 persone con altri piatti in tavola).

Vi state chiedendo cosa servire con la fonduta? Il classico intramontabile vegetariano è il pane tostato a cubetti, ma volendo potete proporre anche wurstel e salsicce, già cotti e tagliati a tocchetti o patate lesse (ovviamente assicurandovi che siano abbastanza sode da non sfaldarsi durante l’inzuppo).

Ingredienti (per 2 persone):

  • 300g di formaggi (da tradizione svizzera gruyere e vacherin fribourgeis in parti uguali ma vi assicuro che potete utilizzare anche formaggi filanti italiani con ottimi risultati – io ho scelto Asiago e Pizzoccherino, per dirla tutta)
  • 150ml di latte
  • 2 cucchiai di amido di mais (o fecola o farina)
  • 150ml di vino bianco
  • 50g di brie senza la crosta
  • 1 spicchio d’aglio
  • Pepe, noce moscata
  • 1 baguette, tagliata a fette e tostata in padella con un ricciolo di burro per servire

Preparazione:

Tagliate a cubetti i formaggi e lasciateli in ammollo nel latte per qualche ora. In questi modo anche le parti un po’ più dure (di solito quelle vicino alla crosta) diventeranno super morbide e “scioglievoli”. Potete preparare il formaggio anche il giorno prima e conservarlo in frigorifero fino al momento di preparare la fondue – comodissimo!

Circa 15 minuti prima di servire la fondue scolate i formaggi dal latte, tenendolo da parte perché ci servirà più tardi per regolare la consistenza della fonduta. Passate i cubetti nell’amido di mais e tuffateli in una casseruola con il vino. Accendete il fornello al minimo e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto e sempre a fiamma bassissima, finché il formaggio non è completamente sciolto.

Solamente a questo punto aggiungete il brie e regolate di pepe e noce moscata. A seconda dei formaggi utilizzati potreste dover aggiungere un po’ del latte di ammollo per allentare un po’ la fondue (io ne ho aggiunto circa la metà). Tenete presente che la fonduta continuerà ad addensarsi anche cuocendo sul fornelletto da portata.

Una volta che avrete aggiunto il brie potete preparare il vostro fornelletto acceso (con liquido, gel, gas o tea light a seconda del modello che avete). Il mio consiglio è quello di cuocere la fondue in un pentolino separato da quello in cui la servirete per ridurre al minimo il rischio che si bruci il fondo. Strofinate lo spicchio d’aglio all’interno del pentolino “da tavola” e all’ultimo minuto versateci dentro la fondue, infine trasferite sulla fiamma. Per un gusto più marcato di aglio potete anche schiacciare o tritare finemente un ulteriore spicchio ed inserirlo nella crema di formaggi a metà cottura.


Fondue

Fonduta di Formaggio Svizzera
Preparazione5 min
Cottura10 min
Ammollo formaggi2 h
Tempo totale2 h 15 min
Portata: Formaggio
Cucina: Svizzera
Porzioni: 2 persone

Necessario

  • Fornellino per fondue

Ingredienti

  • 300 g formaggi (da tradizione svizzera gruyere e vacherin fribourgeis in parti uguali ma vi assicuro che potete utilizzare anche formaggi filanti italiani con ottimi risultati – io ho scelto Asiago e Pizzoccherino, per dirla tutta)
  • 150 ml latte
  • 2 cucchiai amido di mais (o fecola o farina)
  • 150 ml vino bianco
  • 50 g brie senza la crosta
  • 1 spicchio aglio
  • Pepe
  • Noce moscata

Per servire

  • 1 baguette tagliata a fette e tostata in padella con un ricciolo di burro

Istruzioni

  • Tagliate a cubetti i formaggi e lasciateli in ammollo nel latte per qualche ora. In questi modo anche le parti un po' più dure (di solito quelle vicino alla crosta) diventeranno super morbide e "scioglievoli". Potete preparare il formaggio anche il giorno prima e conservarlo in frigorifero fino al momento di preparare la fondue – comodissimo!
  • Circa 15 minuti prima di servire la fondue scolate i formaggi dal latte, tenendolo da parte perché ci servirà più tardi per regolare la consistenza della fonduta. Passate i cubetti nell'amido di mais e tuffateli in una casseruola con il vino. Accendete il fornello al minimo e fate cuocere, mescolando di tanto in tanto e sempre a fiamma bassissima, finché il formaggio non è completamente sciolto.
  • Solamente a questo punto aggiungete il brie e regolate di pepe e noce moscata. A seconda dei formaggi utilizzati potreste dover aggiungere un po' del latte di ammollo per allentare un po' la fondue (io ne ho aggiunto circa la metà). Tenete presente che la fonduta continuerà ad addensarsi anche cuocendo sul fornelletto da portata.
  • Una volta che avrete aggiunto il brie potete preparare il vostro fornelletto acceso (con liquido, gel, gas o tea light a seconda del modello che avete). Il mio consiglio è quello di cuocere la fondue in un pentolino separato da quello in cui la servirete per ridurre al minimo il rischio che si bruci il fondo. Strofinate lo spicchio d'aglio all'interno del pentolino "da tavola" e all'ultimo minuto versateci dentro la fondue, infine trasferite sulla fiamma. Per un gusto più marcato di aglio potete anche schiacciare o tritare finemente un ulteriore spicchio ed inserirlo nella crema di formaggi a metà cottura.