Bubble Gum Vodka

Eh beh, sono proprio presissima ultimamente… ricette provate 1000 e tempo di postarle pari a zero… come sempre direi…perciò, visto che questa ricetta prevede solo 2 ingredienti e poco tempo per la preparazione (un po’ di più per il risultato finito, ma non preoccupatevi, fa tutto da solo…) faccio in frettissima e ve la posto. In seguito vi posterò anche qualche ideuccia per utilizzarla in modo simpatico e di grande effetto: il colore sicuramente è shocking. Troppo curiosa per non provarla, troppo colorata e allegra per non darle una chance, troppo rosa per non pensare a un regalo adatto per la festa della mamma… e adesso… ai fornelli (mah, insomma….)

Ingredienti:

100ml di vodka (io ho usato una al 40% di vol. per non esagerare)
5 chewing gum (io Big Babol!!!)

Preparazione:

Una preparazione a prova di bambino – anche se forse è proprio la ricetta sbagliata: tagliate in 4 le cicche e mettetele in un barattolo con la vodka. Lasciate riposare tra le 12 e le 24 ore (per un gusto ancora più deciso, o se vi dimenticate il vasetto in giro…) quindi filtrate il tutto – i chewing gum tendono a sfaldarsi e lasciare piccole particelle in sospensione che in questo modo eliminerete mantenendo la vostra vodka bella limpida.

ps. si possono ottenere vodke aromatizzate anche con le caramelle, io non ho ancora testato ma ho trovato varie ricette, se avete già qualche test ben riuscito da segnalarmi ben venga!!!

pps. un suggerimento di presentazione veloce veloce:
– bicchiere da cocktail
– passate sul bordo uno spicchio di limone
– adagiate il bicchiere a testa in giù in un piatto pieno di zucchero, in modo da creare il bordino del bicchiere come nei cocktail seri…
– 1/2 shot di Bubble Gum Vodka
– riempite il bicchiere con limonata ghiacciata
– servite con ombrellino e una fragola a cavallo del bordo bicchiere

2 commenti

  1. Avevo trovato anche una versione con gli orsetti gommosi che non dev’essere male! 😀

    1. Author

      Bene bene, quando testiamo? Orsetti ubriachi state attenti! =) Smack F&F cogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *