Cookies Vegan al Caffè, Cacao & Noci Pecan

Funandfood/ Agosto 2, 2019/ In Forno!, Voglia di Dolce?/ 0 comments

Siete più tipi “da salato”, ma siete piombati in un periodo in cui sentite proprio il bisogno di sgranocchiare qualcosa di dolce? Se per qualcuno la golosità è un senso innato, ci sono persone che – come me – utilizzano i dolci per tirarsi su in momenti di particolare stress, debolezza o come se fossero vere e proprie medicine. Un esempio: il mal di testa… caffè bello carico e zuccherato + biscotto e passa tutto, vi assicuro che con me funziona alla grande.

Questi cookies sono nati così, per avere a portata di mano un ricostituente nelle giornate più difficili. Contengono caffè, cacao e frutta secca: tutto quello che ci vuole per una pausa sprint, senza lattosio né uova. Approfittate di una serata fresca e ventilata per una rapida infornata, nell’attesa del tanto adorato autunno con le sue temperature miti, i colori soft e quella sensazione per ora assai lontana di non sentirsi costantemente appiccicosi.

Ingredienti:

  • 50g di zucchero di canna
  • 50g di zucchero semolato
  • 50ml di acqua
  • 50ml di olio di semi
  • 1 cucchiaio di aroma vaniglia 
  • 150g di farina 00
  • 1 cucchiaino di caffè solubile
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale (abbondate pure perché in questa preparazione ci sta davvero bene!)
  • 2 manciate di gocce di cioccolato fondente
  • 2 manciate di noci (io pecan, ma potete optare per la vostra varietà preferita) tagliate a tocchetti

Preparazione:

Mescolate gli zuccheri con acqua, olio di semi e vaniglia. Aggiungete quindi in un solo colpo tutti gli ingredienti “asciutti” rimanenti, dando una rapida girata con un cucchiaio. Ricavate delle palline e disponetele distanziate su una teglia rivestita di carta forno. Cuociono in forno statico, a 180°C, per 15 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di spostarli perché sono molto fragili appena sfornati.

La versione “white” di questi cookies, meno cioccolatosa ma non per questo meno appetibile, la trovate qui.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*