Chicago Style Pizza

Durante il primo lockdown la pizza l’ha fatta da padrona (e i lievitati in generale, ma la pizza li batte sempre tutti). Comfort food per eccellenza, è la coccola in cui rifugiarsi quando tutto sembra andare per il verso sbagliato. Dal momento che siamo ancora in uno strano lockdown colorato e che fortunatamente adesso il lievito di birra si trova senza troppi problemi nel banco frigo, rimettiamo le mani in pasta per questa ricetta oltraggiosa – per noi italiani – ma deliziosa.

La Chicago Style Pizza non incontrerà i gusti di tutti ma va provata. Più che una vera e propria pizza, ricorda più una torta salata, in un guscio di pasta lievitata croccante e morbida allo stesso tempo. Gli ingredienti sono tutti fuori posto: la mozzarella sul fondo, il sugo ristretto e il parmigiano in cima per una crosticina croccante. Ma questo non ci fermerà, nono… soprattutto in vista del weekend!

Ingredienti (per una tortiera diametro 26 cm, vi consiglio di utilizzarne una a cerniera):

  • 250g di farina 00
  • 50g di farina di mais + un paio di cucchiai per la stesura della pasta
  • 25g di burro
  • 10g di zucchero
  • 10g di sale
  • 4g di lievito di birra fresco
  • 180ml di acqua tiepida (35°C)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 300ml di passata o polpa di pomodoro
  • Sale, origano e basilico
  • 200g di mozzarella per pizza
  • 100g di salame piccante
  • 2 o 3 cucchiai di formaggio parmigiano grattugiato

Preparazione:

Mescolate farina e farina di mais, fate sciogliere il burro al microonde ed il lievito nell’acqua tiepida. Aggiungete lo zucchero alle farine, quindi l’acqua ed iniziate a mescolare con un cucchiaio. Quando inizia a formarsi una palla di impasto incorporate anche sale e burro, quindi continuate a lavorare prima proseguendo con il cucchiaio, poi impastando a mano fino ad ottenere un panetto liscio e morbido. Fate lievitare al tiepido fino al raddoppio del volume (adesso con 19/20°C in casa ci vorranno almeno 2 o 3 ore, d’estate i tempi potrebbero anche dimezzarsi). Coprite la palla per non farla asciugare troppo in superficie.

Ungete una teglia con un goccio di olio extravergine d’oliva (o di semi) e foderatela con l’impasto ripassato nella farina di mais e schiacciato con le mani. Salite anche lungo i bordi per almeno 3 o 4 cm.

Sul fondo disponete la mozzarella tagliata a fette.

Proseguite con uno strato di salame piccante.

Coprite con la passata di pomodoro fatta ridurre almeno 10/15 minuti in un pentolino con sale, un filo d’olio, basilico e origano.

Terminate con abbondante parmigiano grattugiato e un filo d’olio evo in superficie. Fate lievitare nuovamente per almeno altri 30 minuti, anche un’ora se avete tempo.

Infornate a 220°C, forno statico, per 20/25 minuti e fate raffreddare la pizza per almeno una decina di minuti prima di sformarla e tagliarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *