Onion Soup – Restyle

OnionSoup_PartIIOk, non so perché sono in fissa in questi giorni ma non vedo l’ora di sperimentare qualche ricetta indiana, sarà perché adoro le ricette speziate e colorate o perché nel loro repertorio ci sono un sacco di ricette vegetariane e ogni tanto mi piace sperimentare, sarà solo perché non posso andare direttamente alla fonte e mi accontento di provarle a casa (in giro ci sono alcuni ristoranti indiani ma sono piuttosto lontani e – nonostante gli ingredienti semplici ed economici – carissimi). Digressione a parte, stasera non faccio niente di tutto ciò, volevo solo avvisarvi di cosa c’era in cantiere e chiedervi se avete qualche ricettina da consigliarmi sul tema, stasera rifaccio la zuppa di cipolle. Avevo già postato la ricetta un po’ di tempo fa, oggi ve la rimando con qualche modifica e con una foto di certo più accattivante. Abbiamo già sconfinato oltre la metà della settimana lavorativa e questo mi basta per un sorriso!

Ingredienti: (per 3-4 persone)
3 grosse cipolle (meglio le bianche o le dorate che sono più dolci e meno forti delle tropea)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 litro di acqua
1 dado di carne
2 cucchiai di farina
1 pizzico di sale e abbondante pepe
Fette di pane secco avanzato e formaggio tipo Emmenthal per gratinare

Preparazione:
Affettate molto finemente le cipolle a rondelle e mettetele a stufare con l’olio in una padella dai bordi abbastanza alti fino a farle ammorbidire e dorare leggermente a fuoco dolce – ci vorranno circa 10 minuti. Aggiungete la farina e girate qualche minuto perché si amalgami bene, il sale, il pepe e il dado. Aggiungete l’acqua e lasciate cuocere, coperto, per circa 40 minuti (ma più sta su meglio viene). Foderate delle mini ciotoline con pane secco avanzato, coprite con la zuppa, cospargete di formaggio filante grattugiato e passate in forno a gratinare. Può essere un’idea nel caso vogliate prepararla in anticipo e averla già in comode porzioni monodose, anche per il giorno successivo (la zuppa riscaldata migliora ogni giorno!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *