Rocky Road Cookies

Lo svuota armadietto dei dolci per eccellenza, si potrebbe dire! Questi biscotti hanno dentro davvero un sacco di roba: mini marshmallows, frutta secca, burro di noccioline, cioccolato. La tipologia “rocky road” può essere riferita a molti generi di dolci: gelato, biscotti, brownies o cupcakes,… ma di norma gli ingredienti principali sono una combo di marshmallows, frutta secca e ciocolato al latte. Un po’ di storia: l’origine di questi biscotti è incerta, secondo alcune fonti risale addirittura a metà ‘800 in Australia dove la leggenda narra che questa ricetta fosse stata creata per rivendere sul mercato i prodotti dolciari provenienti dall’Europa i quali, dopo il lungo viaggio, potevano risultare “viziati” e che quindi venivano mixati con prodotti locali (noci, noccioline e cioccolato al latte) per aumentarne l’appetibilità e nascondere i difetti. Sempre secondo questa ricostruzione, il nome rocky road potrebbe derivare dalla strada dissestata che i dolcetti dovevano percorrere, altre fonti invece attribuiscono la creazione a ditte dolciarie in America negli stessi anni (inutile dire che a noi convince più la prima versione). Per ultimo, il termine in generale fa riferimento ai momenti burrascosi della vita, cosa per cui i biscotti potrebbero rivelarsi un’ottima cura. Qualunque sia la storia che ci sta dietro, sono un’ottima idea regalo, da portare a casa di amici per lo scambio di auguri.

Ingredienti (per 15-20 biscotti):
80g di burro
80g di burro di noccioline (arachidi)
1 uovo
100g di zucchero
150g di farina 00
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
80g di cioccolato al latte per l’impasto + 20g per il topping (in gocce o tagliato a scagliette)
Mini marshmallows
Noci, mandorle o altra frutta secca a piacere

Preparazione:
Lasciate ammorbidire il burro e mescolatelo con una frusta insieme al burro di noccioline e lo zucchero, lavorandoli fino ad ottenere una crema. Aggiungete quindi l’uovo, gli ingredienti secchi e il cioccolato dell’impasto. La pasta risulterà piuttosto morbida, fatela rassodare 30 minuti in frigorifero quindi, aiutandovi con 2 cucchiai, formate delle palline sulla carta forno di diametro 4 cm circa.
Aggiungete in superficie i vari topping a piacere. Infornate a 170°C forno statico per 12 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di toglierli dalla placca perché sono molto fragili e morbidi.

Se non trovate in commercio i mini marshmallows (io di sicuro li ho visti al Flying Tiger), sappiate che anche in questo caso i misteriosi racconti sulla creazione di questo dolce ci vengono in aiuto. Il pasticcere a cui è attribuita la paternità americana del manicaretto ebbe l’idea di tagliare in pezzi piccoli, con le forbici della moglie sarta, marshmallows e mandorle, da provare in caso di emergenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *