20 Props per la Food Photography

Lavorare a un blog di cucina è un impiego a tutti gli effetti (ovviamente oltre alle 40 ore a settimana come ingegnere). Servono un programma editoriale, idee e ricette sempre nuove e in linea coni trend del momento, voglia di scrivere e di raccontare di sè e, sempre di più, è richiesta inventiva per creare delle foto interessanti per valorizzare i piatti proposti. Il termine tecnico per i “gadgets” da inserire, spesso solo come nota di colore sullo sfondo, nelle fotografie, è quello di “props”. Qualsiasi oggetto può diventarlo anche se spesso, ne trascuriamo alcuni che abbiamo proprio sotto il naso. Dopo aver letto svariati articoli su come procacciarsi dei props senza spendere una fortuna, ho deciso di prendere appunti su quelli che già avevo in casa (ma che non avevo mai considerato) e di rendervi partecipi, sperando di essere fonte di ispirazione. Ho già qualche idea sui prossimi scatti, grazie Unsplash per gli esempi, cominciamo…


1) Carta forno, alluminio o scottex

Di recupero (rendono meglio se sono stropicciati e dall’effetto usato), questi props sono i più semplici e geniali. Usate la carta forno per schiarire un po’ le immagini e l’alluminio per l’effetto cartoccio o “cena in campeggio”.


2) Candele, candeline o bastoncini pirotecnici

Candele per l’atmosfera, candeline e stelline per la festa. Non possono mai mancare in casa…. mettiamo il caso che salti la luce e serva approntare una cena romantica!!


3) Libri, giornali e riviste

Di recupero o dallo stile vintage, fanno subito effetto “rassegna stampa” del mattino e sono perfetti per gli scatti delle colazioni o dei dolci. Potete anche piegarli a fascia ed usarli per contenere un sandwich. A costo 0, la presentazione minimal è servita!


4) Piante

Anche se non si tratta di piante aromatiche che ricordano gli aromi utilizzati nel piatto, le piante danno quel senso di casa, di hygge e di comfort food. ADORO! Le mie succulente saranno contente di far parte dei miei prossimi shooting!


5) Occhiali da sole, chiavi e cartine geografiche

Che dire, gli occhiali fanno subito sole, mare ed estate, sia indossati che appoggiati vicino al vostro piatto, pronto da portare con voi al pic nic in programma. Oppure, come in questo caso, fanno pensare alla colazione prima di una gita o un weekend fuori porta (che bello, che bello, che bello)… La stessa sensazione di “viaggio in vista” la danno le cartine e le chiavi della macchina (scampagnata on the road=pura felicità).


6) Agenda o planning.
Avete pronto un succoso articolo su un menù settimanale o sulle cose da fare nel weekend? Perfetto… recuperate l’agenda fitta di impegni, post it e parti evidenziate e lasciatela sullo sfondo, o in primo piano con ben segnati i piatti del giorno.


7) Pc, cellulare, tablet o macchina fotograficaE’ tipico delle foodblogger cucinare ed avere in giro per la cucina pc, macchina fotografica e telefono (vi prego ditemi che non succede solo a me). Sfruttateli per rendere il vostro stile, senza neanche bisogno di sparecchiare prima dello scatto! Un’altra idea velocissima… appoggiate il vostro telefono (su cui avrete precedentemente caricato come sfondo uno screenshot del vostro sito o del vostro account Instagram) sul tavolo della cucina, con a fianco una tazza carina piena di tè o caffè per del marketing low cost!


8) Griglia forno

Che serva a cuocere o a far raffreddare le pietanze, quel che conta è dare l’idea di qualcosa di appena sfornato, con l’odorino che pervade tutta la cucina e la casa. Perfetto per torte, pani e biscotti, questo espediente me lo conservo per questo autunno, con la prima infornata di stagione!!


9) Bacheche, lavagne, insegne luminose o a caratteri mobili

Immancabili, io ne vado matta tanto che le ho praticamente di tutti i tipi… bacheca di sughero, magnetica, luminosa e lavagna (da usare rigoramente con i pennarelli gesso:le scritte vengono meglio, durano di più e non si sporca troppo in giro). Ottime per il menù del giorno o per segnalare la specialità che bolle in pentola.


10) Carte o giochi in scatola

Una giornata di pioggia (ultimamente ne abbiamo avute fin troppe), qualche gioco in scatola o una bella partita a carte con gli amici, ecco cosa evocano questi props, magari in parte a qualche piattino o ciotolina di stuzzichini e aperitivi.


11) Tappi di bottiglia (in sughero o a corona)

Per uno stile pub con i tappi di birra o chic con quelli di sughero da vino o champagne sono uno “scarto di lavorazione” che si trova in qualunque cucina. Online si trovano anche un sacco di tutorial per realizzare delle decorazioni perfette per una casa di campagna.


12) Cassette di legno

Dipinte o grezze, usate nel verso giusto oppure ribaltate per trasformarle in un tavolino. La foto con effetto ultra rustico è assicurata!!


13) Lucine (quelle di Natale a led vanno benissimo)

Il bokeh fa diventare ogni foto più interessante (cosa ci sarà sullo sfondo? un balcone? decorazioni natalizie? luminarie per la festa di paese?) e, soprattutto sotto le feste, non può mancare in qualche vostra foto.


14) Chicchi di caffè, pepe, semi vari, pasta

Spargeteli intorno al soggetto per creare un po’ di movimento nella foto. Non sempre lo sfondo troppo pulito è quello che serve per la fotografia (e quando dico così intendo che dovreste vedere la mia cucina come diventa quando cucino)!


15) Bicchieri e bottiglie

Usati come veri e propri bicchieri ma anche come vasi per fiori recisi o portacandele, se vi trovate a dover improvvisare un set minimal possono davvero fare la differenza. A volte basta davvero poco (acqua del rubinetto e una fettina di limone) per dare l’impressione di una tavola curata per un piatto fresco ed estivo!


16) Taglieri

Che ve lo dico a fare? Più sono particolari, antichi e perfino usati e più l’effetto “alta montagna” è assicurato. Che li usiate per delle bruschette, dei formaggi o della carne, i taglieri la fanno sempre da padroni nelle foto rustiche! E niente, non posso farne a meno!


17) Tovagliette all’americana, tovaglioli o canovacci.

Cucina di casa =  canovacci. Create una nota di colore disponendoli sul tavolo o usandoli a mo’ di tovaglietta all’americana, non potete non averne neanche uno in giro per la cucina!


18) Mani

Sembrerà una cosa stupida ma, se ci fate caso, le fotografie di cibo in cui ci si immedesima di più sono proprio quelle in cui appaiono delle mani che spizzicano il piatto, proprio come si usa in qualsiasi cucina domestica. Per ogni foodblogger che non ama mostrarsi troppo (proprio come me), questo espediente può essere interessante per rendere una fotografia più confidenziale ed avvicinarsi al lettore.


19) Barattoli o scatole di latta.

Vintage per definizione, oltre a contenere il necessario per il cucito (come insegnano le nonne), le scatole di latta sono il top per biscotti e pasticceria mignon da regalare, ma anche per contenere pasta e riso da esporre sugli scaffali in cucina. I barattoli, invece, soprattutto quelli ermetici, sono il mio forte (e spesso nelle foto ne abuso anche), ma sono davvero praticissimi per lo stoccaggio e il trasporto.


20) Penne, cancelleria e fogli (carta pacco, carta regalo, cartoncini colorati…)

Necessaire per presentare la schiscèta per l’ufficio, questi gadgets possono servire a dare un po’ di movimento al fondo delle fotografie o a trovare (con costi irrisori) dei colori da abbinare alle fotografie più variopinte.


Qualche chicca in più:

  • se dovete fotografare solo metà padella, non serve certo preparare dosi incredibili, basterà semplicemente riempirla e fotografarla a metà… non se ne accorgerà nessuno!! (qui le prove)
  • stessa cosa vale per la pasta: molti fotografi utilizzano una ciotolina vuota e rovesciata su cui adagiare gli spaghetti per riempire un piatto particolarmente grosso senza cucinare 300g di pasta.

Spero questo articolo vi sia piaciuto, raccontatemi nei commenti i vostri props preferiti – mi raccomando devono essere cose che già abbiamo in casa o gratuite – o se avete qualche altro suggerimento per me. Buon weekend, mano alla macchina fotografica, tutti a scattare!!!

2 commenti

  1. Belle idee f&f, non sapevo neanche della loro esistenza e d l loro nome, userò i props per fotografare i piatti al ristorante… “monsieur, potrebbe portarmi dei chicchi di caffè che devo instagrammare questo piatto?”
    Comunque sento carenza di ricette e mi stavo preoccupando… chette sei trasferita alla buskina e non cucini più?
    Baci

    1. Author

      Ehehe… sei troppo chic Cory!!! Diciamo che in estate si tende sempre a cucinare un po’ di meno. Se mi trasferisco al Buschina, con i panini che fanno, mi trasformo in un barilotto entro fine agosto! A parte scherzi, sto preparando nuove ricette ma le sto programmando per inizio settembre, in modo da addolcire il mesto rientro dalle ferie con qualcosa di sfizioso (e intanto sto sistemando un po’ le ricette in archivio). Tieni controllato!! Bacio 🙂 F&F

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *