Gnocchi alla Sorrentina

Quando si tratta di preparare il pranzo, a volte, i piatti più semplici sono quelli che non prendiamo mai in considerazione. E’ il caso degli gnocchi alla Sorrentina, una sorta di istituzione all’estero come piatto tipico italiano, ma che in casa Fun&Food non vengono fatti da anni. Anche se la stagione non è proprio quella adatta, li prepariamo insieme come promemoria per questa estate e, viste le temperature, li serviamo bollenti e filanti. Ne approfitto anche per farvi gli auguri di buon anno, nella speranza che il 2019 vi riservi tanta tranquillità e anche qualche sorpresa gradita, lavorate ogni giorno per quello in cui credete!

Ingredienti:
500g di gnocchi di patate
1 cucchiaio di olio evo
1 spicchio di aglio
Qualche foglia di basilico
300ml di passata di pomodoro
125g di mozzarella
2 cucchiai di grana grattugiato
Sale

Preparazione:
Scaldate l’olio in un pentolino con lo spicchio di aglio. Quando inizia a sfrigolare, aggiungete la passata, il basilico, salate e fate restringere, a fiamma bassa, per 20 minuti. Tagliate a cubetti la mozzarella e ungete una teglia. Condite gli gnocchi con il sugo quindi alternate nella pirofila uno strato di gnocchi, uno di mozzarella e una spolverizzata di parmigiano. Gratinate in forno caldo, con il grill, per 5 minuti oppure cuocete per lo stesso tempo al microonde, finché la mozzarella non sarà filante e cremosissima.

Potete cuocere gli gnocchi prima di condirli e passarli in forno oppure, se sono piccoli, metterli direttamente a crudo, tanto cuoceranno nei minuti di gratinatura immersi nella passata di pomodoro.

Il consiglio in più…
Io, al posto di quello fresco, ho utilizzato il basilico che avevo messo sotto sale a fine estate 2018. E’ un ottimo trucchetto anche per quando dovete sfoltire la piantina ma non avete tempo di fare il pesto. Prelevate le foglioline di basilico, lavatele ed asciugatele bene. In un barattolo alternate strati di sale grosso a strati di foglioline di basilico. Il sale conserverà le foglioline e nel frattempo si insaporirà (minima spesa massima resa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *