Grissini Morbidi alla Mozzarella – detti anche “spaventose ossa da inzuppo”

Una ricetta rapida per l’aperitivo di Halloween. Pasta della pizza trasformata in paurosissime ossa da inzuppare in salsa di pomodoro ristretta. L’effetto spaventoso è garantito, e il gusto pizza non tradirà le aspettative, accontentando grandi e piccini.

Se siete di fretta per la pasta della pizza potete partire da una base pronta oppure optare per il lievito istantaneo, annullando così i tempi di lievitazione. In alternativa vi lascio la ricetta standard che ho utilizzato io.

Ingredienti (per 10/12 ossa):

  • 200g di farina 00
  • 120ml di acqua
  • 3g di lievito fresco di birra
  • 5g di sale
  • 5g di olio extravergine d’oliva
  • 12 fette di mozzarella per pizza tagliata sottile
  • 1 cucchiaino d’olio extravergine d’oliva
  • 200ml di polpa di pomodoro
  • Sale, origano e qualche fogliolina di basilico

Preparazione:

Sbriciolate il lievito nell’acqua, scioglietelo ed aggiungete il tutto alla farina. Mescolate con un cucchiaio e, non appena avrete raccolto tutta la farina, incorporate anche il sale e l’olio. Girate ancora un po’ quindi trasferite sulla spianatoia infarinata e lavorate fino ad ottenere una palla liscia ed elastica. Trasferite in una ciotola unta con un goccio di olio, coprite con un canovaccio bagnato e fate lievitare fino al raddoppio (un paio di ore circa). Sgonfiate il panetto e stendetelo con un matterello in un rettangolo spesso circa 3 o 4mm.

Ricavate dei rettangoli circa 15x8cm. Adagiate su ogni sezione una fetta di mozzarella.

Arrotolate sul lato lungo e chiudete le estremità.

Praticate un paio di tagli per ottenere la forma a osso e sagomate pizzicando i bordi per impedire al formaggio di uscire in cottura.

Infornate in forno caldo, statico a 200°C con una tazza di acqua sul fondo, per 15 minuti. Mentre cuociono fate restringere la passata di pomodoro in un pentolino con un goccio d’olio, sale, origano e basilico in modo si addensi e si insaporisca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *