Mix per Soffritto con Essiccatore

Il mio compleanno (che cade a dicembre) e i regali di Natale, spesso, incrementano notevolmente accessori da cucina (e di conseguenza ricette per il blog). Vi sarete già accorti della nuova sezione “Instant Pot” – in cui peraltro mi viene giusto in mente che dovrò inserire anche tutte le ricette realizzabili in modalità slow cook – ed oggi inauguriamo la sezione dell’essiccatore.

Per ovvie ragioni di tempo, se con la padella elettrica ho già testato svariate ricette, con l’essiccatore vado nettamente più a rilento, anche se ho già pubblicato qualche idea favolosa da preparare, testare e regalare (preparandola con il giusto anticipo).

Oggi vi spiego come realizzare il mix per il soffritto di emergenza, perfetto da tenere sempre in dispensa e da sfruttare all’occorrenza. È perfetto anche da tenere come scorta in baita o da portare in campeggio visto l’ingombro minimo e la lunga durata.

Essiccare permette di conservare a lungo e, non da meno, vi consente di recuperare con sforzo minimo dei cibi che altrimenti andrebbero gettati.

A tutti, infatti, capita di avere frutta o verdura in condizioni discutibili che, con questo elettrodomestico, potete salvare con il minimo sforzo. Un esempio? La classica cipolla in frigorifero da boh-chissà-quanto, le carote gommose ed il sedano che rischia di ingiallire.

Tutte le ricette che troverete nella sezione dell’essiccatore possono essere replicate nel forno di casa con qualche accorgimento. Settate la stessa temperatura indicata per l’essiccatore, forno in modalità ventilato e un mestolo di legno che tiene leggermente aperta la portella per permettere all’umidità di uscire. Inoltre, se avete la possibilità, verificate con una sonda qual è la reale temperatura del vostro forno (questo è un consiglio valido un po’ per tutto) e tarate il tiro man mano che essiccate.

Ingredienti:

  • 2 cipolle dorate (o bianche)
  • 4 carote
  • 3 coste di sedano

Preparazione:

Pulite la verdura ed affettatela / cubettatela. Impostate la temperatura dell’essiccatore a 50°C e disponete cipolle, carote e sedano su diversi cestelli per poter differenziare ed essiccare uniformemente. Settate il timer su 8 ore e tornate a controllare le verdure. Mentre le cipolle (tagliate a rondelle spesse circa 2mm) erano super secche, per carote e sedano (tagliati a cubetti di circa 7/8mm di lato) ho dovuto aggiungere altre 6 ore di essiccazione.


Come utilizzare il soffritto essiccato?

Scaldate un goccio d’acqua in padella e tuffate la dose desiderata di soffritto essiccato. Fate andare qualche minuto in modo da reidratare completamente la verdura.

Quando l’acqua sarà evaporata aggiungete un goccio d’olio e fate soffriggere normalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *