Basque Burnt Cheesecake – il Cheesecake Basco “Bruciato” di San Sebastian

Nonostante io adori la base biscotto del cheesecake, oggi ne prepariamo uno “senza fondo”, che spopola fra le ricette social in quanto semplicissimo da preparare e di sicuro effetto.

Il cheesecake basco (originario di San Sebastian) ha le crepe, la superficie sbruciacchiata ed i bordi irregolari dovuti alla carta forno messa nello stampo in maniera rustica. È tutto il contrario del suo cugino “fighetto” di New York, e tutto ciò lo rende perfetto per un test a prova di pasticcione. Provare per credere.

È davvero quello che ci vuole in questa giornata orribile, con l’umore sotto i piedi (in ottima compagnia della mia pressione, a quanto pare) e l’autostima ai minimi storici.

Io l’ho preparato in uno stampo piccolo (16cm), ma con le dosi che vi lascio potete utilizzarne anche uno diametro 20cm – o come me aggiungere qualche cheesemuffin di scorta che fa sempre comodo!

Ingredienti (per uno stampo rotondo diametro 16cm + 6 mini cheesecake negli stampini per muffins):

  • 450g di formaggio spalmabile
  • 170g di zucchero
  • 3 uova
  • 200g di panna liquida
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di essenza vaniglia
  • 40g di farina 00
  • 1 filo d’olio di semi o burro per fare aderire la carta forno allo stampo

Preparazione:

Sbattete con una frusta elettrica il formaggio spalmabile con lo zucchero, fino ad ottenere una crema liscia ed areata. Sempre montando incorporate le uova, una per volta aspettando che la precedente sia ben assorbita prima di aggiungerne un’altra. Unite anche la panna, proseguite con la frusta. Solo alla fine, per evitare di smontare le bolle d’aria che si sono formate, aggiungete la farina, sale e vaniglia mescolando delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso.

Ungete la teglia con un goccio d’olio, in questo modo riuscirete a fare aderire meglio la carta forno. Foderate cercando di mantenere la carta più tesa possibile e senza troppe grinze.

Colate la pastella,che risulterà molto liquida, nello stampo, lasciando almeno 1,5cm di bordo in alto per permettere al cheesecake di non trasbordare in cottura.

Infornate in forno statico, preriscaldato a 200°C, per 50 minuti. Sfornate quando la superficie è ben colorata, muovendo la tortiera il cheesecake risulterà ancora un po’ morbido (allego video per farvi capire meglio).

Raffreddandosi la torta si abbasserà collassando leggermente e compatterà, diventando morbida e cremosissima. Conservatela in frigorifero perché fresca dà il meglio di sé e fatela riposare almeno una notte prima di assaggiarla, vale tutta l’attesa!


I mini cheesecake nello stampo dei muffins cuociono, sempre a 200°C, per 30 minuti. Il procedimento è lo stesso della torta, ma se li volete preparare con questa ricetta scalate le dosi, altrimenti rischiate ve ne vengano veramente un sacco!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *