Tigelle al Parmigiano

In alternativa ai toast (che io peraltro amo alla follia), ogni tanto per cambiare un po’ mi piace preparare delle mini tigelle da farcire fantasiosamente con quello che al momento c’è nel frigo. Oltre ad essere un ottimo metodo di pulizia, a volte le combinazioni che saltano fuori sono davvero golosissime ed inaspettate.

Se già vi erano piaciute le tigelle (la ricetta di quelle basic la trovate qui), questa versione al parmigiano e senza burro non potrà che conquistare le folle affamate. Gustatele rigorosamente bollenti per apprezzarle al meglio, sono sicura piaceranno a tutti (parola di Baby Fun&Food) ed arricchiranno qualsiasi aperitivo con davvero poco sforzo. La dose è romantica e antispreco per 2/3 persone, a prova di DPCM.

Ingredienti (per 12/15 tigelle):

  • 200g di farina 0
  • 5g di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaio d’olio evo
  • 1 cucchiaio scarso di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 120ml di acqua
  • 50g di parmigiano reggiano grattugiato

Preparazione:

Versate la farina nella planetaria o su una spianatoia, unite il lievito sciolto in poca acqua tiepida, il latte, l’olio, lo zucchero, il sale e il parmigiano. Impastate il tutto fino ad ottenere un composto liscio, morbido ed elastico. Copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per due ore, fino al raddoppio di volume. Stendete la pasta ad uno spessore di mezzo centimetro e ricavate dei dischetti con un bicchiere o un coppapasta del diametro di 10 cm. Lasciate lievitare i dischetti mentre scaldate sui fornelli una tigelliera o una pentola antiaderente. Cuocete un paio di minuti per lato e le tigelle saranno pronte da farcire come preferite.


Avete poco tempo per far lievitare il vostro impasto? Provate il forno al minimo oppure, come me, armatevi di yogurtiera: appoggiate sul fondo uno strofinaccio per evitare il calore eccessivo e quindi l’impasto nella ciotola. Vedrete che in queste giornate particolarmente fredde in cui anche in casa le temperature viaggiano sotto la media vi farà comodo avere una spinta in più e dimezzerete i tempi di lievitazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *